Valentina Bollati

Professore Associato, Dipartimento di Scienze cliniche e di comunità, EPIGET Lab, Università degli Studi di Milano La Statale

L’ambiente – inteso come qualsiasi stimolo che ci arriva dal mondo esterno – svolge un ruolo centrale nel processo di invecchiamento e può, di fatto, rallentarlo o accelerarlo. Il progetto SoLongevity permetterà di valutare in maniera quantitativa questi aspetti e i cambiamenti nello stile di vita, alla ricerca di quei fattori che sono in grado di modulare i meccanismi epigenetici a vantaggio della nostra salute.

Professore Associato, Dipartimento di Scienze cliniche e di comunità, EPIGET Lab, Università degli Studi di Milano La Statale

Uno degli aspetti più affascinanti della mia ricerca è la comprensione dei meccanismi di invecchiamento, inteso come la perdita della capacità dell’organismo di svolgere alcune delle sue funzioni. L’ambiente – e cioè qualsiasi stimolo che ci arriva dal mondo esterno – svolge un ruolo centrale in questo processo e può, di fatto, rallentarlo o accelerarlo. L’epigenetica è probabilmente l’interfaccia tra ambiente, invecchiamento e sviluppo di patologie, ed è  possibile postulare che un cambiamento nello stile di vita possa determinare un miglioramento epigenetico. Il progetto SoLongevity permetterà di valutare in maniera quantitativa questi aspetti, alla ricerca di quei fattori che sono in grado di modulare i meccanismi epigenetici a vantaggio della nostra salute.

Valentina Bollati dirige il Laboratorio di Epigenetica Ambientale (EPIGET Lab) ed è Professore associato presso il Dipartimento di Scienze cliniche e di comunità dell’Università degli Studi di Milano La Statale, dove è anche coordinatore scientifico del Center for Environmental Health. Nel 2011 ha cominciato una ricerca pionieristica sul ruolo delle vescicole extracellulari e dei miRNA nella mediazione degli effetti cardiovascolari e respiratori dell’inquinamento atmosferico, grazie alla quale ha ricevuto un ERC Starting Grant. Il suo contributo scientifico più importante è stato lo sviluppo delle prime evidenze che dimostrano come il rilascio delle vescicole extracellulari sia fortemente influenzato dalle esposizioni ambientali, con un forte impatto nello sviluppo delle malattie cardiovascolari. Bollati è autrice di 140 pubblicazioni; il suo approccio alla ricerca è altamente multidisciplinare e riunisce metodi di salute ambientale, medicina, epidemiologia, biologia cellulare e molecolare.

Pin It on Pinterest