Roberto Accini

Biochimico, Senior Scientist, Socio fondatore e membro del Consiglio di Amministrazione di SoLongevity

SoLongevity si pone come una realtà agile e giovane, che si avvale di un Comitato Scientifico di grande esperienza e di collaborazioni con il CNR, università e IRCCS che consentono l’attuazione di protocolli clinici approvati da comitati etici. È il luogo ideale dove far confluire i dati e le esperienze: dove il contributo scientifico di ognuno diventa patrimonio di molti e si concretizza in una aspettativa di vita più lunga e migliore.

Biochimico, Senior Scientist, Socio fondatore e membro del Consiglio di Amministrazione di SoLongevity

Fin da quando ho cominciato a fare ricerca, negli anni ‘70, mi sono focalizzato sulla prevenzione e sulla diagnosi precoce delle malattie croniche, che sono rimaste gli obbiettivi principali di tutta la mia carriera di ricercatore. Da tempo il mio lavoro riguarda protocolli clinici per l’impiego di nutraceutici in persone asintomatiche a scopo preventivo. È un campo affascinante della ricerca biomedica che sta sperimentando una nuova filosofia: utilizzare come nutrienti i precursori fisiologici di molecole chiave del metabolismo, stimolando così la biosintesi endogena naturale di molecole spesso non biodisponibili.

In questo scenario, SoLongevity si pone come una realtà agile e giovane, che si avvale di un Comitato Scientifico di grande esperienza e di collaborazioni con CNR, università e IRCCS che consentono l’attuazione, non semplice, di protocolli clinici approvati da comitati etici. Una condizione, questa, indispensabile. Per tutti questi motivi SoLongevity è il luogo ideale dove far confluire i dati e le esperienze: dove il contributo scientifico di ognuno diventa patrimonio di molti e si concretizza in una aspettativa di vita più lunga e migliore.

Roberto Accini è Senior Scientist, Socio fondatore e membro del Consiglio di Amministrazione di SoLongevity. Nella sua carriera scientifica è stato Responsabile del Laboratorio di Biochimica Clinica di Istituto di Fisiologia Clinica del CNR (IFC-CNR) di Milano e Professore a contratto presso l’Università degli Studi di Ferrara. Ha collaborato con diversi ospedali e università e con il Ministero della Salute, partecipando a progetti sul sistema cardiovascolare e sull’immunologia clinica. Parte della sua attività di ricerca e insegnamento ha riguardato lo studio dello stress ossidativo, dell’omeostasi dell’organismo umano mediante integrazione alimentare (nutraceutici) e metaboliti endogeni precursori di molecole chiave del metabolismo, e sui metodi per valutare il raggiungimento dell’equilibrio e la sua ottimizzazione intra- ed extra-cellulare. Ha messo a punto e validato alcuni metodi analitici sensibili, specifici e affidabili come il Radio Immuno Assay (RIA) e la Cromatografia Liquida ad Alta Prestazione (HPLC). È autore di oltre 50 articoli pubblicati su riviste scientifiche internazionali e di relazioni e poster presentati in 150 congressi scientifici nazionali e internazionali.

Pin It on Pinterest