SoLongevity tra le 5 start up selezionate dal National Innovation Center for Ageing

6 min

All’interno del NICA – che fa parte dell’Università di Newcastle ed è diretto dall’italiano Nicola Palmarini – è stato creato un incubatore di start up focalizzate sull’ageing. Ne sono state selezionate solo 5 a livello europeo, sia nell’ottica che potessero essere integrabili e funzionali le une alle altre, sia per la loro unicità e per il loro potenziale di innovazione. Tra queste c’è SoLongevity.

Non esiste ad oggi un’altra realtà come SoLongevity”, dice Guido Cornettone, AD di Solongevity: “L’obiettivo è rendere il più possibile utile, trasparente, integrato ed accessibile l’utilizzo delle tecnologie della longevità, sia da un punto di vista diagnostico che terapeutico”.

Il nuovo incubatore del NICA sarà infatti il collettore e il trasformatore di tecnologie all’avanguardia, e contribuirà a rendere fruibili nuovi protocolli clinici nell’ambito della medicina della longevità, grazie al programma “Longevity as a service

NICA Interiors 2

Si trova nel Regno Unito uno dei centri più avanzati al mondo nella ricerca di base e traslazionale sull’invecchiamento: una agenzia finanziata dal governo inglese con 40 milioni di sterline. Si chiama NICA – National Innovation Center for Ageing e SoLongevity è l’unica realtà italiana a farne parte. 

La ricerca biomedica di SoLongevity rispetta la multidisciplinarietà della scienza dell’invecchiamento e guarda soprattutto alla genetica e all’epigenetica, all’immunosenescenza, alla nutraceutica, al metabolismo, alla neurobiologia e alla dermocosmetica, con l’obiettivo di rallentare, e se possibile invertire, i processi degenerativi che normalmente accompagnano l’invecchiamento, favorendo un ringiovanimento fisiologico e promuovendo quello che oggi viene definito “invecchiamento in salute”. 

Il nuovo incubatore del NICA sarà il collettore e il trasformatore di tecnologie all’avanguardia, e contribuirà a rendere fruibili nuovi protocolli clinici nell’ambito della medicina della longevità

Le altre 4 Startup selezionate

Ecco chi sono le altre 4 aziende che fanno parte dell’incubatore del NICA assieme a Solongevity :

SkinLife Analytics, che ha sviluppato una tecnologia per la diagnostica dei tumori della pelle basata sul machine learning;

Breath Happy, che ha sviluppato una piattaforma web interattiva per lo yoga, in grado di analizzare e correggere la postura, personalizzando l’esperienza;

ConnectedLife, che ha sviluppato una tecnologia per il monitoraggio continuo, a distanza, di molteplici parametri biologici, basato sull’intelligenza artificiale.

GlycanAge, che ha sviluppato un sistema per la diagnostica basato sulla glicazione delle proteine.

Medicina della longevità come asset strategico

Il mondo della Longevity conta oltre 20 mila aziende ad oggi. Per il 2019 è stato stimato un fatturato di 17 miliardi di dollari e le proiezioni per il 2026 prevedono che si toccheranno i 26 miliardi di dollari

 

La medicina della longevità sta diventando strategica dal punto di vista della sostenibilità dei sistemi sanitari, sia pubblici che privati

 

“La longevità sta diventando asset prioritario per diversi sistemi sanitari: dagli Usa a Singapore, passando per il Regno Unito”, conclude Guido Cornettone: “Se la popolazione invecchierà come indicano oggi le proiezioni, i Paesi avranno serie difficoltà a far fronte a tutte le malattie e le comorbidità. Per questo la medicina della longevità sta diventando strategica sia a livello individuale, per una elevata qualità di vita più a lungo nel tempo, sia per la sostenibilità dei sistemi sanitari, sia pubblici che privati”.

Bibliografia