SoLongevity nasce dall’incontro di ricercatori e clinici altamente qualificati

La Nostra Storia

L’inizio di tutto

SoLongevity nasce nel 2019 dall’incontro di ricercatori e clinici altamente qualificati. La sua storia, in realtà, comincia molto tempo prima e interseca quella delle grandi rivoluzioni della biomedicina dagli anni ‘80 a oggi. Le sue radici risalgono alla prima identificazione del virus HIV all’Institut Pasteur di Parigi. In quegli stessi laboratori il Dott. Alberto Beretta, immunologo e fondatore di SoLongevity, ha vissuto tutti i momenti della scoperta del virus e della conseguente messa a punto di test diagnostici e di farmaci efficaci: un esempio di come la ricerca di base abbia saputo trasferire le sue conoscenze alla clinica in tempi estremamente rapidi.

La storia prosegue negli anni Duemila all’Ospedale San Raffaele di Milano dove Alberto Beretta, in qualità di medico e ricercatore nel campo dell’immunologia, ha cominciato a osservare le strette analogie tra l’invecchiamento naturale del sistema immunitario e quello causato dall’AIDS, e a studiare gli effetti dell’infiammazione cronica latente, uno dei meccanismi principali dell’invecchiamento.

In quegli stessi anni avvengono due eventi chiave. Primo, il completamento della mappa del genoma umano nel 2003 grazie allo Human Genome Project, un programma di Big Science che ha coinvolto migliaia di scienziati in tutto il mondo. Da allora tutto è cambiato: il continuo sviluppo delle tecnologie per il sequenziamento del DNA ha rivoluzionato la biomedicina, ampliando in modo inimmaginabile solo venti anni fa la nostra capacità di comprendere i complessi meccanismi che regolano l’organismo umano e il suo rapporto con l’ambiente circostante.

La seconda grande scoperta riguarda i “geni della longevità” da parte di Leonard Pershing Guarente del MIT di Boston. Nel decennio successivo, esplode la ricerca sulla longevità anche grazie agli studi di David A. Sinclair dell’Harvard Medical School, e vengono individuati nove meccanismi genetici e molecolari che sottostanno all’invecchiamento. Non solo: sono identificate sostanze presenti in natura che possono interferire con alcuni di questi meccanismi e avere un impatto significativo sulla longevità.

È sulla base di tutte queste conoscenze che Alberto Beretta – insieme a un gruppo di ricercatori del CNR, dell’Ospedale San Raffaele, dell’Ospedale Niguarda e del Policlinico di Milano – ha avviato un processo di sviluppo di strategie anti-aging integrate e di nuove formulazioni nutraceutiche in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare. Ed è in questo contesto di grande fermento scientifico che viene fondata SoLongevity, per trasferire queste conoscenze alla realtà clinica, con l’obiettivo di aumentare la possibilità di ciascuno di vivere a lungo e in salute.

‍Grazie a tutte queste sinergie, SoLongevity è oggi in grado di offrire e sviluppare protocolli e prodotti per l’Healthy-aging (invecchiare in piena salute) validati scientificamente e verificarne con grande precisione il loro impatto sul processo di invecchiamento.

SoLongevity parte dalla consapevolezza che la lotta all’invecchiamento necessita di un approccio multidisciplinare che comprenda anche l’aspetto cognitivo e che sia fortemente personalizzato. La collaborazione con il Laboratorio di Epigenetica Ambientale della Prof.ssa Valentina Bollati e con il Laboratorio di Immunologia del Prof. Mario Clerici dell’Università di Milano ha quindi permesso la messa a punto di sistemi molto sofisticati per misurare l’età biologica di ciascun individuo e il livello di senescenza immunitaria che accompagna l’invecchiamento, spesso alla base della suscettibilità a malattie infettive.

Grazie a tutte queste sinergie, SoLongevity è oggi in grado di offrire e sviluppare protocolli e prodotti per l’Healthy-aging (invecchiare in piena salute) validati scientificamente e verificarne con grande precisione il loro impatto sul processo di invecchiamento.

Vuoi avere maggiori informazioni?

Contattaci

Pin It on Pinterest